Storia

La nostra Scuola d'infanzia, o scuola materna, fu inaugurata il 15 settembre 1872, alla presenza del deputato Benedetto Cairoli (divenuto in seguito capo del governo italiano dal marzo al dicembre del 1878) per volontà dell’allora sindaco di Landriano, l’ingegner Cesare Salvini.
Prese la propria denominazione dal possidente landrianese, ingegner Giovanni Camera, che, morendo senza eredi diretti, nel 1880, lasciò, con il suo testamento, parte del proprio patrimonio in favore dell'Opera educativa della Scuola, a condizione che assumesse il suo nome, cosa che avvenne.
Nello stesso anno 1880, con un decreto reale, la scuola assunse la configurazione giuridica d’Ente Morale, riacquisita nel 2001, dopo 121 anni nel corso dei quali, per effetto delle varie disposizioni normative s’era trasformata in IPAAB a carattere educativo.

La scuola è situata, ora, su quelle che furono le aree occupate, un tempo, dalla chiesa e dal convento di Santa Maria delle Grazie (lo stesso nome dell’omonima chiesa di Milano) occupato, dal 1485 e sino al 1769, dai frati domenicani che, oltre alla vita conventuale, assistevano i poveri del territorio, che erano numerosi.
Non v’è rimasto più nulla di quelle antiche strutture, tranne il nome di Via Ospizio (sede legale della Fondazione Ente Morale Asilo Giovanni Camera) a ricordare l’azione solidale dei frati domenicani, verso la povera gente.

La gestione didattica ed educativa venne assunta dalla congregazione delle Suore della Carità delle Sante Gerosa e Capitanio, dette suore di Maria Bambina che, arrivate nel 1898, chiamate dall’allora vescovo di Pavia, sono ancora oggi presenti, come comunità religiosa locale, all’interno della scuola, per la quale hanno svolto, sino alla fine dell’anno scolastico 2011-2012, l’azione di coordinamento; continua la loro azione di supporto, prevalentemente per le tematiche e l’educazione religiosa, affidata a Suor Antonietta Desantis.
L’intero fabbricato della scuola e l’area annessa sono state acquistate nel 1989 da Don Battista Trabatti, parroco in quegli anni, rilevando le proprietà dalla Congregazione delle Suore della Carità.

La denominazione del sito "la scuola dei fiori" deriva dalla scelte di denominare le cinque sezione con i nomi di cinque fiori: genziane, viole, primule, girasoli e rose; creato per motivi didattici e per agevolare il riconoscimento da parte dei bambini delle strutture della scuola.

Nell'anno scolastico '97-'98 grazie alla classe terza B della scuola media statale di Landriano "Guglielmo Marconi", con la supervisione e il coordinamento della professoressa Marina Alfieri, è stato pubblicato, per i tipi dell'Edizioni ANTARES di Pavia, un volume che partendo dalle origini narra, con abbondanza di materiale fotografico e di archivio, la storia dell'asilo di Landriano e l'opera educativa ed assistenziale svolta dalle suore di Maria Bambina, negli ultimi 100 anni. Il volume costituisce una preziosa fonte informativa sulla storia dell'asilo, sulle persone che per esso hanno lavorato, sul quadro valoriale al fine di conservarne la memoria storica.
Abbiamo deciso quindi di renderlo disponibile a